Ansia, depressione, disturbi dell’umore: perché sono così diffusi questi disturbi e queste malattie? Perché la psichiatria è così confusa e fonte di perplessità? “Quando, un cinquantennio fa, ho iniziato a guardare all’approccio evoluzionista, l’ho fatto proprio perché frustrato da una disciplina priva di solide basi, ancora oggi incapace di avere criteri diagnostici affidabili e omogenei”: a parlare è Randolph Nesse, psichiatra dell’Università del Michigan, padre della psichiatria evoluzionistica e autore del saggio “Buone ragioni per stare male” pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *